Index   Back Top Print


VIDEO-MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AI PARTECIPANTI ALLA CERIMONIA
DI BEATIFICAZIONE DEI 522 MARTIRI SPAGNOLI

 Tarrragona (Spagna)
Domenica, 13 ottobre 2013

 

Mi unisco di cuore a tutti i partecipanti alla celebrazione — che si svolge a Tarragona — nella quale un gran numero di Pastori, persone consacrate e fedeli laici sono proclamati Beati martiri.

Chi sono i martiri? Sono cristiani conquistati da Cristo, discepoli che hanno imparato bene il significato di quell’«amare fino all’estremo» che portò Gesù alla Croce. Non esiste l’amore a puntate, l’amore a porzioni. L’amore è totale e quando si ama, si ama fino all’estremo. Sulla Croce, Gesù sentì il peso della morte, il peso del peccato, ma confidò pienamente nel Padre, e perdonò. Non pronunciò quasi parola, ma diede la vita. Cristo ci “primerea” nell’amore: i martiri lo hanno imitato nell’amore fino alla fine.

Dicono i Santi Padri: «Imitate i martiri!». Bisogna sempre morire un po’ per uscire da noi stessi, dal nostro egoismo, dal nostro benessere, dalla nostra pigrizia, dalle nostre tristezze, e aprirci a Dio, agli altri, specialmente a quanti ne hanno più bisogno.

Imploriamo l’intercessione dei martiri per essere cristiani concreti, cristiani con le opere e non a parole; per non essere cristiani mediocri, cristiani verniciati di cristianesimo ma senza sostanza — loro non erano verniciati, furono cristiani fino alla fine — chiediamo loro di aiutarci, per mantenere salda la fede, anche nelle difficoltà, e siamo così fermento di speranza e artefici di fratellanza e solidarietà.

E vi chiedo di pregare per me. Che Gesù vi benedica e la Vergine Maria vi custodisca!

 




© Copyright - Libreria Editrice Vaticana