Index   Back Top Print

[ IT ]

BREVE
DEL SOMMO PONTEFICE
GREGORIO XVI

EX DEBITO PASTORALIS

 

Il Papa Gregorio XVI. 
A perpetua memoria.

Per dovere del Nostro ufficio pastorale, imposto dalla suprema provvidenza di Dio sulle Nostre spalle con il compito, non certamente lieve, di curare tutto il gregge del Signore, riteniamo di dover occuparci con maggior sollecitudine di quelle pecorelle che abitano le regioni geograficamente più lontane da questa Sede Apostolica, che è il centro dell’unità cattolica, affinché alla venuta dell’eterno Pastore possano, attraverso l’assistenza apostolica, essere condotte al vero ovile verso i pascoli eterni.

Il Nostro Venerabile Fratello Rocco-Giuseppe Carpena, Vescovo di Theveste e Vicario apostolico di Fo-Kiens, in Cina, Ci ha comunicato di non essere più in grado di reggere l’amministrazione delle province di Tche-Kiang e Kiang-si, affidategli fin dal 1798, in quanto troppo impegnato ed assorbito dalle tante cure di un così vasto Vicariato. Pertanto ha espresso spontaneamente e premurosamente il proposito di rinunciare a tale amministrazione, in modo che da questa Nostra apostolica Sede si provveda altrimenti alla cura spirituale delle suddette province. Conseguentemente, sentito il parere dei Nostri venerabili Fratelli Cardinali proposti agli interessi della Congregazione di Propaganda Fide, aderendo alle richieste del Presule di Fo-Kiens, abbiamo stabilito di costituire per le due province un altro distinto Vicariato apostolico e di mettere alla sua guida un nuovo Vicario da designare.

Pertanto, motu proprio, per Nostra sicura scienza, con Nostra matura deliberazione, nella pienezza della potestà apostolica, con la presente istituiamo tanto nella provincia di Tche-Kiang, quanto in quella di Kiang-si, un Vicariato apostolico distinto l’uno dall’altro e ordiniamo altresì che il Vicario apostolico da eleggersi dalla Santa Sede in ognuna delle due province abbia tutte quelle facoltà che si è soliti concedere a tutti i Vicari apostolici in quelle regioni.

Questo abbiamo stabilito e decretato, volendo, ecc. Nonostante, ecc., qualunque eccezione contraria.

Dato a Roma, presso Santa Maria Maggiore, sotto l’anello del Pescatore, il 14 agosto 1838, anno ottavo del Nostro Pontificato.



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana