Index   Back Top Print


GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Solennità dell'Assunzione di Maria Santissima al Cielo
Castel Gandolfo - Venerdì
, 15 agosto 1986

 

1. Noi tutti, riuniti nella comune preghiera, desideriamo oggi salutarti, Madre di Cristo, con parole della tua parente Elisabetta: “Benedetta tu fra le donne . . . E beata colei che a creduto” (Lc 1, 42. 45).

2. Sei veramente piena di grazia, o Maria; e a questa pienezza è cresciuto in te un mondo nuovo. Il mondo dell’Emmanuele, il mondo del Dio-con-gli uomini. Il mondo della fede, che abbraccia la realtà soprannaturale di Dio. Questa realtà è in te. Dio è in te, vergine Madre: “Benedetto il frutto del tuo grembo!” (Lc 1, 42-45).

3. Veniamo per incontrarti sulla soglia della casa di Elisabetta, che sei andata a visitare dopo l’annunciazione. E, al tempo stesso, veniamo per incontrarti sulla soglia di questo tempio, che è aperto nel cielo, il tempio che è Dio stesso: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Veniamo per incontrarti, o Maria, nel giorno della tua assunzione.

4. Noi, la Chiesa del tuo Figlio, che ascoltiamo raccolti le tue parole. E pensiamo - ce lo suggerisce la liturgia dell’odierna solennità - che le parole, da te pronunziate durante la visitazione a Elisabetta, sono tornate sulle tue labbra nel momento dell’assunzione. Sono tornate le stesse parole ma rese, ad un tempo, tanto più intense dal “frutto” di tutta la tua vita!

5. Tu dici: “L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio Salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva . . . Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e Santo è il suo nome” (Lc 1, 46-49).

6. Sì, o Maria, Santo è il nome di Dio e il nome tuo attinge da esso la sua santità. E perciò tutte le generazioni ti chiameranno beata (cf. Lc 1, 48), Così come noi, oggi qui riuniti, ti proclamiamo beata in questa generazione difficile della storia umana, perché l’Onnipotente ha fatto grandi cose a te e a noi: “ha spiegato la potenza del suo braccio”, ha suscitato una salvezza potente! (cf. Lc 1, 51. 69).

7. O Madre, o donna vestita del sole dell’amore divino; o segno grandioso per tutti coloro che camminano pellegrini su questa terra verso il “santuario del Dio vivente”, ascoltaci!

Ascoltaci affinché, per tua intercessione, “la sua misericordia di generazione in generazione” (Lc 1, 50) non cessi di essere partecipata dai figli e dalle figlie di questa terra, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria. Amen.


Ai fedeli di lingua francese

Chers pèlerins de langue française, en ce jour où nous célébrons la Vierge Marie élevée au ciel auprès de son Fils Jésus, pour partager sa gloire de ressuscité, je vous invite à louer et à prier celle qui est bénie de Dieu entre toutes les femmes. Et j’offre aussi mes voeux de fête à toutes celles qui portent le beau nom de Marie. Que le Seigneur vous garde, comme elle, dans la paix et la joie de son amour.

Ai gruppi di lingua inglese

On this solemnity of the Assumption of Our Lady I am happy to offer my cordial greetings to the English-speaking visitors and pilgrims. Let us pray that with the help of Mary’s prayers we too may reach the glory of our heavenly home.

To all of you I willingly impart my Apostolic Blessing.

Ai fedeli di lingua tedesca

Zu diesem gemeinsamen Mittagsgebet am Fest Mariä Himmelfahrt begrüße ich auch herzlich die Besucher deutscher Sprache: Möge euch die Aufnahme der Muttergottes mit Leib und Seele in die Herrlichkeit Gottes daran erinnern, daß das Ziel auch eurer Wege und Reisen letztlich Gott selber ist, der uns einmal bleibende Freude und ewiges Leben schenken mochte. Er segne alle eure Schritte auf dieses herrliche Ziel hin!

Ai fedeli provenienti dalla Spagna e dall’America Latina  

En esta fiesta solemne de la Asunción de la Virgen María en cuerpo y alma al cielo, elevamos nuestra acción de gracias a Dios porque en la glorificación de Nuestra Madre, figura y primicia de la Iglesia, vemos la promesa de nuestra futura inmortalidad.

A todas las personas de lengua española imparto con afecto mi Bendición Apostólica.

Ai gruppi italiani  

Rivolgo un particolare saluto ai numerosi pellegrini e turisti di lingua italiana qui presenti ed esprimo loro il mio cordiale “grazie” per questa loro visita insieme con l’augurio di una felice festa.

Che la gioia dell’Assunta vi accompagni nelle vostre vacanze!

 

© Copyright 1986 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana