Index   Back Top Print


GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 7 luglio 1991

 

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. In questa prima domenica di luglio, nella quale si respira ormai aria di vacanze e il caldo sconsiglia sforzi prolungati, mi limiterò ad una breve riflessione sul tema, già più volte toccato, della dottrina sociale della Chiesa.

Nel compiere la missione salvifica affidatale dal suo Fondatore, la Chiesa ha sempre riservato uno spazio privilegiato ai poveri, lottando contro ogni forma di sfruttamento dell’uomo. Essa non ha cessato di praticare quella che oggi si dice l’opzione preferenziale per i poveri e di educare gli animi ai perenni valori della carità evangelica.

2. In questa preoccupazione pastorale si è consolidato un ricco patrimonio di riflessioni e di insegnamenti, che va sotto il nome di “dottrina sociale della Chiesa”.

A partire dalla Rerum novarum, gli interventi dei Papi e dei Vescovi sono divenuti sempre più frequenti, e il loro insegnamento, grazie alla riflessione teologica, alla catechesi e all’impegno di tutte le componenti ecclesiali, è penetrato nella coscienza dei fedeli. La Chiesa così, quale maestra di Verità e operatrice di Carità, si fa voce di chi è nel bisogno a causa della povertà, della malattia e dell’emarginazione.

La Beata Vergine Maria, sede della Sapienza e Madre del Buon Consiglio, che invochiamo ora nella preghiera dell’Angelus, ci conceda di comprendere sempre meglio il nostro impegno ecclesiale e ci renda attenti al grido dei poveri, che da tante parti della terra si leva verso il cielo, specialmente là dove più precarie sono le condizioni di sussistenza.

Augurio di “serene vacanze”
ai fedeli presenti in Piazza San Pietro

Desidero rivolgere un cordiale saluto a tutti i pellegrini presenti in questa Piazza di San Pietro, augurando serene vacanze, che giovino per il meritato riposo ma anche per una doverosa pausa di riflessione e di preghiera in comunione con Dio.

Un particolare pensiero va al gruppo di fedeli di San Zeno in Verona (Céllore) e al loro parroco: siate sempre pronti e disponibili ad accogliere nella vostra vita Cristo, con grande umiltà e fede generosa, come vuole sottolineare il brano evangelico di san Marco, che abbiamo meditato nella odierna celebrazione eucaristica.

A tutti la mia Benedizione Apostolica!

 

© Copyright 1991 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana