Index   Back Top Print


PAROLE DI SALUTO DI GIOVANNI PAOLO II 
DOPO IL PELLEGRINAGGIO IN INDIA E IN GEORGIA,
  
AI FEDELI ACCORSI IN PIAZZA SAN PIETRO  

Dalla finestra dello studio privato - Mercoledì, 10 novembre 1999

 

Carissimi Fratelli e Sorelle,

Vi saluto con affetto. Sono tornato ieri sera dal mio pellegrinaggio apostolico in India e in Georgia. A Nuova Delhi ho incontrato numerosi Vescovi e fedeli asiatici; a Tbilisi ho visitato la comunità cattolica ed il suo Amministratore Apostolico. Con tutti ho pregato, condividendo le rispettive attese e speranze.

Chiedo pure a voi, carissimi Fratelli e Sorelle, di unirvi a me nel supplicare Dio perché renda fecondi i semi gettati durante questo viaggio apostolico. Affidiamo questa preghiera a Maria Santissima, Stella dell’evangelizzazione.

Parlerò di questo interessante viaggio mercoledì prossimo nel corso dell’Udienza Generale, ma già fin d’ora desidero esprimere ai Presidenti e alle Autorità governative dell’India e della Georgia la mia riconoscenza.

Un grazie particolare rivolgo al Patriarca Catholicos Illia II per la cordialità che ha voluto riservarmi.

Vi ringrazio per la vostra presenza e di cuore tutti vi benedico.

Einen herzlichen Willkommensgruß richte ich an Euch, liebe Schwestern und Brüder deutscher Sprache, die Ihr nach Rom gekommen seid. Gerne erteile ich Euch den Apostolischen Segen.

 

© Copyright 1999 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana