Index   Back Top Print

[ IT ]

DISCORSO DEL SANTO PADRE 
GIOVANNI PAOLO II 
AL RETTORE E AGLI ALUNNI 
DEL "SAINT JOSEPH'S SEMINARY"

4 gennaio 1997 

“Mentre vi avvicinate al Divino Maestro attraverso la preghiera e lo studio, prego affinché sentiate la sua chiamata al servizio della Chiesa e rispondiate con cuore generoso e amorevole”. Lo ha detto il Papa agli alunni del “Saint Joseph’s Seminary” dell’Arcidiocesi di New York ricevuti in udienza, unitamente al Rettore, nella mattina di sabato. Durante l’incontro, svoltosi nella Sala del Concistoro, il Santo Padre ha pronunciato le parole che pubblichiamo in una traduzione italiana:

 

Cari amici,

sono lieto di dare il benvenuto al Rettore e agli alunni del “Saint Joseph’s Seminary” che si trova nell’Arcidiocesi di New York. Il nostro incontro di oggi mi ricorda il cordiale benvenuto che ho ricevuto da voi durante la mia visita a Dunwoodie poco più di un anno fa. Mentre il Saint Joseph’s Seminary conclude la celebrazione del suo centenario, voi giungete come pellegrini a Roma. Visiterete le tombe degli Apostoli Pietro e Paolo e seguirete le orme degli innumerevoli martiri e santi di ogni epoca della vita della Chiesa. Che dal loro esempio possiate trarre ispirazione mentre lottate per crescere in santità e in carità pastorale!

Come tutti i seminari anche il vostro intende essere una comunità che rivive l’esperienza originale dei Dodici che erano uniti a Cristo (cfr Pastores dabo vobis, n. 60). Mentre vi avvicinate al Divino Maestro attraverso la preghiera e lo studio, prego affinché sentiate la sua chiamata al servizio della Chiesa e rispondiate con cuore generoso e amorevole.

Affido voi, insieme alle vostre famiglie e ai vostri amici, a Maria, Madre della Chiesa, e a San Giuseppe, Patrono del vostro seminario. Su tutti voi imparto la mia Benedizione Apostolica.

 

 

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana