Index   Back Top Print

[ IT ]

DISCORSO DI PAOLO VI AI PARTECIPANTI
AL CONGRESSO NAZIONALE DEI PRESIDENTI DI CONSIGLIO
DELLA SOCIET
À DI SAN VINCENZO DE’ PAOLI

Sabato, 9 dicembre 1972

 

Nel dare il nostro benvenuto a numerosi partecipanti al Convegno Nazionale dei Presidenti dei Consigli regionali, diocesani e parrocchiali delle Società di S. Vincenzo de’ Paoli, esprimiamo ad essi la soddisfazione e il conforto che ci procura questo incontro.

Voi, qui, infatti, ci date degna testimonianza di quella venerazione, che unisce alla Sede Apostolica l’intera famiglia dei confratelli e delle consorelle dei vostri sodalizi; e rappresentate davanti a noi tutta la gamma di iniziative di carità intelligente, discreta, silenziosa, dimostrata, più che dall’eloquenza delle cifre dei contributi erogati, dallo spirito evangelico che anima le forme d’intervento, e le rende, per l’amore che le ispira, altamente meritorie davanti a Dio e alla società moderna.

Di questo noi vi diamo atto e vi siamo riconoscenti.

Ma non possiamo tacere il nostro compiacimento per i nobili intenti della vostra Assemblea. Attenti e sensibili alle moltiplicate esigenze del mondo contemporaneo, avete visto allargarsi i confini del vostro campo operativo: siete sospinti da fraterna sollecitudine verso gli anziani privi d’affetto, verso i solitari da consolare, verso i reduci delle case di pena che attendono il loro reinserimento nella comunità civile, verso i giovani e i fanciulli, avviati, purtroppo, verso strade pericolose e quindi da rieducare: e ancora: voi stimolati dagli inviti sempre più pressanti della Chiesa, desiderate partecipare, ancor più attivamente, all’apostolato ecclesiale nelle sue sedi naturali: la Diocesi e la Parrocchia.

A procedere decisamente verso tali obiettivi e ad attuare i programmi che in questi giorni avete fatto oggetto di studio, v’incoraggia la nostra paterna parola avvalorata dalla propiziatrice Benedizione.

                                                  



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana