Index   Back Top Print

[ DE  - EN  - ES  - FR  - IT  - PT ]

VIDEOMESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
PER LA CONSEGNA DEL PREMIO GLOBAL TEACHER 2016 AD HANAN AL HROUB,
DURANTE IL GLOBAL EDUCATION AND SKILLS FORUM

Domenica 13 marzo 2016

 

Desidero far giungere un saluto speciale a tutti voi docenti che state partecipando al Global Education and Skills Forum, e anche ringraziare il primo ministro degli Emirati Arabi, Aheik Mohammed bin Rashid, per l’invito fatto a Scholas a mettere in atto il suo programma educativo a favore dell’integrazione e della pace nel mondo.

Desidero altresì congratularmi con la maestra Hanan Al Hroub, vincitrice di questo prestigioso premio per l’importanza che ha dato al gioco nell’educazione del bambino. Un bambino ha diritto a giocare e parte dell’educazione è insegnare ai bambini a giocare, perché nel gioco s’impara a essere sociali, s’impara la gioia della vita. Un popolo non educato, a causa della guerra o per tutti i motivi che ci sono per non poter ricevere un’educazione, è un popolo che decade, decade, decade, e può addirittura cadere fino al livello degli istinti. Perciò desiderio sottolineare il vostro nobile compito.

Mi congratulo con la Varkey Foundation per aver incoraggiato i preziosi contributi che i maestri di tutto il mondo danno quotidianamente per creare una società globale sostenibile e collaborare insieme a Scholas al cambiamento educativo di cui i nostri bambini e i nostri giovani hanno bisogno. Insieme potranno ridare agli educatori il meritato posto e l’inestimabile riconoscimento per il grande impatto che hanno sulle nostre vite. E restituire così la meritata posizione alla loro professione, la più rispettata della società. Artefici di umanità e costruttori della pace e dell’incontro.

Ho chiesto ai Direttori di Scholas di trasmettervi personalmente i miei saluti e il mio incoraggiamento per tutto quello che fate come docenti. Che i governi possano prendere coscienza della grandezza del vostro compito. Andate avanti, e per favore non dimenticatevi di pregare per me.

 

_________________________________________

L'Osservatore Romano, ed. quotidiana, Anno CLVI, n.061

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana