Index   Back Top Print

[ IT ]

CONCISTORO STRAORDINARIO

PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO
DOPO LA RECITA DELL'ORA TERZA

Aula Nuova del Sinodo
Venerdì, 21 febbraio 2014

 

Vorrei inviare un saluto, non solo personale ma a nome di tutti, ai Cardinali ucraini – il Cardinale Jaworski, Arcivescovo emerito di Leopoli, e il Cardinale Husar, Arcivescovo Maggiore emerito di Kiev –, che in questi giorni soffrono tanto e hanno tante difficoltà nella loro Patria. Forse sarà bello fare arrivare questo messaggio a nome di tutti: siete d’accordo, tutti voi, con questo? [applausi] Un’altra cosa: ieri, prima di dormire, ma non per addormentarmi, ho letto – ho riletto – il lavoro del Cardinale Kasper e vorrei ringraziarlo, perché ho trovato profonda teologia, anche un pensiero sereno nella teologia. E’ piacevole leggere teologia serena. E anche ho trovato quello che sant’Ignazio ci diceva, quel sensus Ecclesiae, l’amore alla Madre Chiesa… Mi ha fatto bene e mi è venuta un’idea - mi scusi Eminenza se la faccio vergognare - ma l’idea è che questo si chiama “fare teologia in ginocchio”. Grazie. Grazie.

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana