Index   Back Top Print


GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 20 settembre 1992

 

1. Nel nostro pellegrinaggio spirituale lungo le strade del continente americano in occasione del V Centenario dell'inizio della sua Evangelizzazione, ci rechiamo oggi al Santuario di Nostra Signora di Izamal, nella penisola dello Yucatàn, in Messico. Nella piccola città di Izamal, fin dai primi tempi della cristianizzazione di quelle terre, a metà del XVI secolo, i francescani, presso le rovine di un'antica piramide maya, costruirono un convento, centro d'intensa evangelizzazione degli indigeni. Ad esso affiancarono un grande tempio, nel quale trasferirono dal Guatemala un'immagine dell'Immacolata Concezione, successivamente proclamata "Regina e Patrona dello Yucatàn". Il 22 agosto 1949 avvenne la coronazione pontificia della Statua, quale atto finale del Congresso Mariano celebrato a Mérida. Il pellegrinaggio principale al Santuario ha luogo l'ultima domenica di maggio, con grande affluenza di fedeli che si prostrano davanti alla miracolosa immagine, portata più volte, nel corso della storia, alla Città di Mérida in occasione di grandi calamità o speciali celebrazioni religiose. Non mi sarà possibile recarmi di persona a pregare in tale Santuario, come era previsto nel precedente programma del mio prossimo viaggio apostolico. A Santo Domingo tuttavia incontrerò una delegazione delle popolazioni indigene che intendevano essere presenti ad Izamal.

2. Con l'aiuto del Signore e l'intercessione della Vergine, spero vivamente che la prossima Conferenza Generale dell'Episcopato latinoamericano sia un avvenimento veramente storico per la Chiesa in quel continente: un'ora di grazia, una nuova Pentecoste, un "kairòs".

Circa 300 Vescovi si riuniranno per celebrare i cinquecento anni della presenza della Chiesa in America e ringraziare il Signore per il dono della fede, che i primi evangelizzatori diffusero tra le popolazioni originarie del Nuovo Mondo.

La Conferenza, senza perdere di vista le "luci e ombre" del passato, proietterà la sua attenzione verso il futuro.

"Gesù Cristo ieri, oggi e sempre" (cfr. Eb 13, 8) è il significativo motto che accompagna il tema della Conferenza: "Nuova Evangelizzazione, promozione umana, cultura cristiana".

Considerando il ricco contenuto di tale suggestivo tema, i Vescovi prospetteranno le linee che devono segnare l'azione pastorale della Chiesa nei prossimi anni. In continuità con la Tradizione e tenendo presenti le sfide del nostro tempo, essi daranno ai popoli latinoamericani le risposte da loro attese e ribadiranno che solo in Gesù Cristo è possibile raggiungere la piena liberazione.

Maria Santissima, Nostra Signora di Izamal, Evangelizzatrice dello Yucatàn, ci protegga e ci aiuti in quest'ora di fede e di speranza per tutta l'America Latina. Ella rivolga il suo materno sguardo ai fedeli di quelle amate Nazioni ed ai popoli del mondo intero.


Saluti a gruppi di varie nazionalità  

Je vous salue très cordialement, chers pèlerins de langue française qui m’écoutez, ici–même à Castel Gandolfo, sur la place Saint–Pierre ou chez vous. Que Dieu vous bénisse et vous garde!

I wish to greet the English–speaking pilgrims and visitors who have come to Castel Gandolfo for the recitation of this Angelus prayer, especially a group of pilgrims from the diocese of Pretoria. Upon you and your families I cordially invoke the grace and peace of our Lord Jesus Christ.

Einen herzlichen Willkommensgrub entbiete ich Euch, liebe deutschsprachige Pilger und Besucher. Möge Euch der Besuch an den Apostelgräbern der Ewigen Stadt in Glaube und Treue zu Christus und seiner Kirche bestärken.

Deseo ahora presentar mi más cordial saludo a todas las personas, familias y grupos procedentes de España y América Latina.

De corazón os imparto la Bendición Apostólica, que extiendo complacido a vuestros seres queridos.

Saluto, infine, i pellegrini di lingua italiana, ed in particolare i numerosi aderenti al Movimento dei Focolari, qui convenuti da vari Paesi del mondo per riflettere sulle esigenze della nuova evangelizzazione.

A tutti la mia Benedizione.

 

© Copyright 1992 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana