Index   Back Top Print


GIOVANNI PAOLO II

REGINA COELI

Domenica, 25 aprile 1999

 

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. Si è da poco conclusa, nella Basilica di San Pietro, la Santa Messa, durante la quale ho avuto la gioia di conferire l'Ordinazione presbiterale a 31 diaconi della diocesi di Roma. Questi nuovi sacerdoti costituiscono un grande dono per la Comunità ecclesiale romana e per la Chiesa universale. Ringraziamo il Signore e preghiamo perché i neo-ordinati, provenienti da varie nazioni, siano fedeli a Dio che li ha chiamati al servizio dell'altare.

2. L'odierna celebrazione, così suggestiva, si inserisce nel contesto della quarta Domenica di Pasqua, Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, che quest'anno ha come tema: "Il Padre chiama alla vita eterna". Quanto importanti sono le vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata per la salvezza eterna degli uomini! Dio continua a mostrarsi Padre per mezzo di persone che testimoniano con la parola e con le opere, talora fino al martirio, la loro dedizione senza riserve al servizio dei fratelli (cfr Messaggio, Introd.).

Modello di ogni sacerdote è Gesù Buon Pastore, che è venuto perché il mondo abbia la vita e l'abbia in abbondanza (cfr Gv 10, 10). Innanzi agli occhi del Buon Pastore si schiudono gli orizzonti immensi della nuova evangelizzazione. Il Quarto Incontro Internazionale dei Sacerdoti, organizzato dalla Congregazione per il Clero, in Terra Santa, dal 22 al 27 del prossimo mese di giugno, costituirà un'occasione privilegiata, affinché i sacerdoti di tutte le nazioni camminino insieme verso il Grande Giubileo e possano entrare nel nuovo millennio con rinnovata fedeltà ed ardente spirito missionario. Assicuro la mia preghiera per la migliore riuscita di questo incontro, per il quale auspico larga rappresentanza dalle varie nazioni dei diversi continenti.

3. A Maria, figlia prediletta del Padre e modello di ogni risposta generosa alla divina chiamata, affidiamo le preghiere che oggi si elevano da tutta la Chiesa per le vocazioni. In particolare, invochiamo la sua materna protezione sui novelli Sacerdoti della diocesi di Roma e su tutti coloro che ricevono quest'anno l'Ordinazione sacerdotale, come pure su quanti abbracciano la vita consacrata.

La Vergine aiuti i genitori a comprendere il valore delle vocazioni di speciale consacrazione e a favorirne la maturazione con la preghiera e con l'esempio. Volgendo lo sguardo verso il terzo millennio, risuonano infatti più vive che mai le parole del Signore Gesù: "La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!" (Mt 9, 37-38). La Madre della Chiesa sostenga la nostra preghiera!


Di fronte alle grandi sofferenze del mondo d'oggi, e in particolare a quelle causate dalle guerre, si rende sempre più urgente la necessità di diffondere e testimoniare in modo concreto il Vangelo della carità. In tale contesto si situa l'incontro, promosso dal Pontificio Consiglio "Cor Unum", che domenica 16 maggio avrò la gioia di presiedere. Vi prenderanno parte numerosi testimoni della carità e per loro celebrerò una solenne Eucaristia in Piazza San Pietro. Sarà un'occasione significativa per esprimere l'incoraggiamento della Chiesa verso quanti si dedicano ai fratelli in difficoltà e lavorano per costruire un futuro di autentica pace in una società più fraterna e solidale.

Con gran alegría saludo en este domingo del Buen Pastor a los peregrinos venidos de España y América Latina, en particular a los fieles de las parroquias de San Braulio, de Zaragoza, y Nuestra Señora del Perpetuo Socorro, de Huesca. Hoy, Jornada Mundial de oración por las vocaciones, os invito a pedir con insistencia nuevas vocaciones para la Iglesia del Tercer milenio. Con este deseo os bendigo de corazón a vosotros y a vuestras familias.

Saluto i pellegrini dalla Slovenia, venuti a Roma per l'ordinazione sacerdotale dei connazionali, ed il coro Rafko Fabiani di Dobrepolje - Videm. Possa la partecipazione ai sacri riti e la visita dei monumenti cristiani di Roma approfondire la vostra fede e rendervi generosi nella carità. Con questo desiderio, vi imparto la mia Benedizione Apostolica.

W dniu dzisiejszym pielgrzymuję duchowo do Gniezna i modlę się z Episkopatem i zebranymi za naszą Ojczyznę. Wszystkich pozdrawiam i błogosławię, a tu w Rzymie witam pielgrzymów: z parafii w Małem Cichem i Wiktorówkach, ze Słubic, z Wrocławia organizatorów polsko-czeskich dni kultury chrześcijańskiej, z Krakowa - pracowników Miejskiego Zarządu Dróg, ze Słupska - Straż Pożarną, Technikum Ochrony Środowiska z Męciny oraz pielgrzymkę z diecezji sosnowieckiej.

Niech Bóg wszystkim błogosławi!

Rivolgo un cordiale saluto ai pellegrini di lingua italiana, in particolare ai fedeli della parrocchia Santa Maria Assunta in Vigonovo (diocesi di Padova), come pure a quelli provenienti da Castrezzato (diocesi di Brescia), da Taverne d'Arbia (diocesi di Siena), da Spoleto, Perugia, Orvieto e da Capranica (diocesi di Viterbo). Saluto, inoltre, i giovani dell'Oratorio San Giovanni Bosco di Osio Sopra (Bergamo) e i volontari dell'Associazione "S.O.S. Carcere e Giustizia".

 

© Copyright 1999 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana