Index   Back Top Print

[ ES  - IT  - PT ]

VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I,
PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI

CERIMONIA DI COMMIATO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II

San José (Costa Rica) - Domenica, 6 marzo 1983

 

Signor Presidente,
fratelli nell’Episcopato, Costaricensi tutti.

La Costa Rica mi ha offerto in questi primi giorni del mio viaggio in America Centrale un’ospitalità piena di calore, di affetto e di generosa disponibilità.

Prima di lasciare questa diletta Nazione, il cui incancellabile ricordo porto con me, ripasso con la mente gli atti più rilevanti del mio itinerario: la visita all’Ospedale nazionale dei bambini, la solenne celebrazione liturgica nella Sabana con innumerevoli fedeli; l’incontro con il clero nella Cattedrale insieme al personale religioso e ai seminaristi; l’entusiasmo che inonda lo stadio nazionale pieno di giovani; e l’udienza ai giudici della corte interamericana dei diritti dell’uomo.

So bene quanto lavoro è stato necessario per la preparazione di questo programma nei suoi aspetti tecnici e spirituali. Per ciò esprimo il mio più vivo ringraziamento a tutti voi. Prima di tutto a Lei, signor Presidente, che così gentilmente mi ha invitato, alle autorità civili, ai miei fratelli Vescovi, alle persone consacrate, ai membri delle diverse corporazioni, commissioni e associazioni.

Gli incontri avuti mi hanno permesso di conoscere meglio questo caro popolo e i profondi valori umani, morali e religiosi che hanno costruito e sostengono questo Paese. Il mio più grande desiderio è che questi valori siano conservati e consolidati, perché si potrà così guardare con speranza e ottimismo verso il futuro.

Alla Patrona della Costa Rica, la Vergine degli Angeli, rivolgo di nuovo il mio riverente ricordo e la mia fervente preghiera, affinché interceda presso suo Figlio per questa Nazione, la conservi nella pace e nella concordia, ed estenda la sua mano protettrice su tutti e ciascuno dei suoi figli costaricensi.

A tutti ancora una volta: molte grazie e che Dio ve ne ricompensi. Che benedica egli la Costa Rica, come io lo benedico con affetto.

© Copyright 1983 - Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana