Index   Back Top Print

[ IT ]

MESSAGGIO DI PAOLO VI
IN OCCASIONE DELLA XX OLIMPIADE

Domenica, 27 agosto 1972

 

In occasione dei XX Giochi Olimpici, che iniziano in questi giorni nella sua Sede episcopale di Monaco, inviamo a lei, venerato Signor Cardinale, agli organizzatori e ai partecipanti, ma in primo luogo agli atleti - attivi protagonisti di codeste gare internazionali - i nostri sinceri benedicenti voti. Possa tale incontro sportivo di portata mondiale, che esalta la vigorosa padronanza del corpo esercitata dallo spirito umano mediante prestazioni sportive di altissimo livello, contribuire a far sì che anche nella convivenza internazionale e nel concerto dei popoli prevalgano e siano universalmente riconosciuti la dignità spirituale e gli inalienabili valori della persona umana, in essa fondati, per mezzo di comuni, più intensi sforzi, diretti alla reciproca comprensione, alla giustizia sociale e alla pace nel mondo. Con tali auspici - in quest’ora in cui ella e i membri delle Olimpiadi si raccolgono intorno all’altare per una celebrazione eucaristica - noi imploriamo da Dio onnipotente la sua particolare assistenza e benedizione per il felice e prestigioso svolgimento dei XX Giochi Olimpici.

PAULUS PP. VI

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana