Index   Back Top Print

[ EN  - ES  - FR  - IT ]

AUSPICI DEL SANTO PADRE PAOLO VI
PER LA CONFERENZA DI PARIGI
SULLA COOPERAZIONE ECONOMICA MONDIALE*

Lunedì, 30 maggio 1977

 

La nostra attenzione si rivolge, oggi, con particolari voti alla Conferenza sulla cooperazione economica internazionale di Parigi, conosciuta come il «dialogo Nord-Sud», in cui i rappresentanti dei Paesi industrializzati, insieme con quelli dei Paesi esportatori di petrolio e degli altri Paesi in via di sviluppo, fanno un nuovo sforzo per trovare, in uno scambio franco ed aperto, un accordo di cooperazione nel campo economico.

Auspichiamo vivamente che lo spirito di comprensione e il desiderio di promuovere il bene di tutta l’umanità possano produrre risultati concreti, duraturi ed accettabili da tutti i partecipanti, e che coloro, i quali godono già abbondantemente dei beni di questa terra, siano disposti a condividerli con i loro fratelli meno fortunati. Perché è tanto più urgente trovare senza indugio soluzioni generose e giuste in quanto la crisi economica, che tocca tutti i Paesi, colpisce prima di tutto, colpisce direttamente e colpisce crudelmente i Paesi e gli uomini, che sono privi di ciò che spetterebbe loro per necessita e in certa misura per giustizia, e per i quali la degradazione umana rischia di diventare la sorte quotidiana.

Possa il dialogo creativo, che è stato iniziato, trovare una continuazione, in quanto, per stabilire relazioni mondiali nuove, occorrono sia tempo che generosità, sia un impegno per la giustizia sociale che realismo.

La nostra fervente preghiera - dice il Papa - accompagna tutti coloro che lavorano per un mondo, in cui tutti gli uomini, insieme da veri «partners» associati nelle decisioni che riguardano tutti, possano trovare la pace e la giustizia.


*Insegnamenti di Paolo VI, vol. XV, 1977, p.545;

L’Osservatore Romano, 30-31.5.1977.



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana