Index   Back Top Print

[ IT ]

LETTERA DEL SANTO PADRE BENEDETTO XV
AL PRINCIPE CAMILLO FRANCESCO MASSIMO,
IN OCCASIONE DEL TERZO CENTENARIO
DELLA CANONIZZAZIONE DI SAN FILIPPO NERI

 

Signor Principe,

Con particolare soddisfazione del Nostro animo abbiamo appreso che i Padri Filippini e l'Oratorio secolare della Chiesa Nuova si apprestano a celebrare solennemente il terzo centenario dalla canonizzazione di san Filippo Neri, e che hanno affidato ad un Comitato, di cui Ella è benemerito Presidente, il compito di promuovere tale celebrazione.

Molto opportuno Ci è sembrato il programma di rendere memorabile la fausta ricorrenza, più che con la pompa dei festeggiamenti, con l'efficacia di manifestazioni e di opere che mirino a ritemprare, sull'esempio di san Filippo, la fede e le virtù cristiane.

Noi vogliamo sperare che in tale maniera rifulgerà di nuova luce la mite figura del grande Apostolo di Roma, il quale seppe congiungere alla santità più austera l'amabilità disinvolta ed il sorriso della festevolezza. Speriamo soprattutto che si riaccenda in mezzo ai giovani il fervore da lui acceso quando li conduceva alla visita ed all'assistenza degli infermi negli ospedali, al catechismo dei fanciulli e degli operai, e sulle tombe dei martiri, e quando, a chi gli auspicava gli onori della terra, egli rispondeva guardando il cielo: « Paradiso, paradiso! ».

Se per tutti i romani tornerà grato che si rievochino questi cari ricordi, molto più ciò torna gradito a Noi, che amiamo con speciale affetto quest'alma città di Roma, dal cui episcopato Ci deriva la suprema autorità, che, per quanto immeritevoli, rivestiamo.

Perciò ben volentieri, signor Principe, mettiamo a sua disposizione la Nostra offerta per concorrere alle spese della nuova urna, che, nella presente occasione, si è stabilito di fare con l'obolo dei fedeli, per custodire più degnamente il caro deposito delle spoglie mortali del Santo. Ed a questa sacra urna verremo in spirito pellegrinando coi Nostri figli per implorare da Dio, nella difficile ora che volge, su questa Nostra città i divini favori.

Intanto Ci è grato d'impartire a lei, signor Principe, ai Padri Filippini, ai membri del Comitato e dell'Oratorio secolare della Chiesa Nuova, l'apostolica benedizione,

Dal Vaticano, 24 novembre 1921.

 

BENEDICTUS PP. XV


Copyright © Libreria Editrice Vaticana

 



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana