Index   Back Top Print

[ EN  - ES  - FR  - IT  - PT ]

VIDEOMESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI
ALL’INCONTRO NAZIONALE DELLA CHIESA DI FRANCIA
PER IL CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO
DELL'APERTURA DEL CONCILIO VATICANO II
[LOURDES, 24-25 MARZO 2012]

 

Cari fratelli e sorelle di Francia,

È una grande gioia per me poter rivolgere il mio cordiale saluto a voi che siete venuti numerosi a Lourdes, in risposta all’appello dei vostri Vescovi, per celebrare il cinquantesimo anniversario dell’apertura del concilio Vaticano II. Mi unisco a voi con la preghiera e con il cuore nel cammino di fede che realizzate presso la grotta di Massabielle. Il concilio Vaticano II è stato ed è un autentico segno di Dio per il nostro tempo. Se sapremo leggerlo e accoglierlo all’interno della Tradizione della Chiesa e sotto la guida sicura del Magistero, diverrà sempre più una grande forza per il futuro della Chiesa. Auspico anche vivamente che questo anniversario sia per voi e per tutta la Chiesa che è in Francia l’occasione per un rinnovamento spirituale e pastorale. In effetti, ci viene così data l’opportunità di conoscere meglio i testi che i Padri Conciliari ci hanno lasciato in eredità e che nulla hanno perso del loro valore, al fine di assimilarli e di far recare loro frutti per il presente.

Questo rinnovamento, che si situa nella continuità, assume molteplici forme e l’anno della Fede, che ho voluto proporre a tutta la Chiesa in quest’occasione, deve permettere di rendere la nostra fede più consapevole e di ravvivare la nostra adesione al Vangelo. Ciò richiede un’apertura sempre più grande alla persona di Cristo, ritrovando in particolare il gusto della Parola di Dio, per realizzare una conversione profonda del nostro cuore e percorrere le vie del mondo proclamando il Vangelo della speranza agli uomini e alle donne del nostro tempo, in un dialogo rispettoso verso tutti. Che questo tempo di grazia permetta altresì di consolidare la comunione all’interno di quella grande famiglia che è la Chiesa cattolica e contribuisca a restaurare l’unità tra tutti i cristiani, che è stato uno degli obiettivi principali del Concilio.

Il rinnovamento della Chiesa passa anche per la testimonianza offerta dalla vita dei cristiani stessi, affinché risplenda la Parola di verità che il Signore ci ha lasciato. Cari amici, frequentando i testimoni della fede, come santa Bernadette, l’umile veggente di Lourdes, Pauline Jaricot che ha suscitato nella Chiesa un nuovo slancio missionario, e tanti altri, germogliati nella terra di Francia, crescerete nella conoscenza di Cristo. Attraverso il servizio a Dio e ai loro fratelli, questi uomini e queste donne ci mostrano quanto la fede sia un atto personale e comunitario, che implica anche una testimonianza e un impegno pubblici che non possiamo trascurare! Santa Giovanna d’Arco, della cui nascita quest’anno celebriamo il sesto centenario, ne è un esempio luminoso, lei che ha voluto portare il Vangelo al centro delle realtà più drammatiche della storia e della Chiesa del suo tempo.

Riscoprire la gioia di credere e l’entusiasmo di comunicare la forza e la bellezza della fede è una sfida fondamentale della nuova evangelizzazione alla quale è chiamata tutta la Chiesa. Mettetevi in cammino senza paura, per portare gli uomini e le donne del vostro Paese verso l’amicizia con Cristo!

Cari fratelli e sorelle, che la Vergine Immacolata, Nostra Signora di Lourdes, la quale ha avuto un ruolo così importante nel mistero della Salvezza, sia anche per voi una luce lungo il cammino che conduce verso Cristo, e che vi aiuti a crescere nella fede! A voi tutti, Vescovi e fedeli, pellegrini di Lourdes, e a voi fratelli e sorelle di Francia che siete uniti a noi attraverso la radio o la televisione, rivolgo di tutto cuore un’affettuosa Benedizione Apostolica!

  



© Copyright - Libreria Editrice Vaticana